A Fukushima non c’è più spazio per l’acqua radioattiva

Dall’onda dello tsunami, tonnellate di acqua si riversarono nella centrale contaminandosi e mescolandosi all’acqua radioattiva usata per raffreddare la centrale. Con un copioso disboscamento, si fece spazio per la costruzione di oltre 1000 serbatoi che potessero contenere la grande quantità di acqua contaminata. Ma ora questo spazio si sta esaurendo Nel 2011 la centrale nucleare di Fukushima fu colpita da un forte …

L’Artico minacciato da una centrale nucleare galleggiante

Gli scettici la chiamano “Chernobyl galleggiante”, una centrale nucleare galleggiante per dare energia elettrica alle piattaforme petrolifere. Una grande minaccia per l’intero ecosistema artico. Non bastava l’incidente nucleare avvenuto la settimana scorsa in una base militare russa, a minacciare l’Artico serviva anche una centrale nucleare galleggiante. Si chiama Akademik Lomonosov, è un impianto nucleare galleggiante realizzato dai russi. La centrale è composta da 2 reattori …

Incidente di Njonoska: il più grave in Russia dopo Chernobyl. L’esplosione rilevata dalle stazioni di monitoraggio della Norvegia.

PREMESSA: – Il titolo non è assolutamente sensazionalistico o irragionevolemnte allarmistico: “Incidente di Njonoska: il più grave in Russia dopo Chernobyl. L’esplosione rilevata dalle stazioni di monitoraggio della Norvegia”. Il titolo si riferisce all’esplosione, come viene subito esplicitato dal riferimento alle stazioni di monitoraggio in Norvegia. L’esplosione non va confusa con il rilascio di radionuclidi: infatti l’esplosione atomica (la seconda, …

MAYAK: SCOPERTA LA FONTE DELLA FUGA DEL RUTENIO106 NEL 2017 (e c’entra l’Italia!)

Si sa di più sull’origine della fuga radioattiva di rutenio-106, che ha contaminato l’Europa a bassi livelli nel settembre 2017. Se la Russia avesse infine riconosciuto la propria responsabilità, si saprebbe ora come tale evento può succedere. Secondo il lavoro dello scienziato George Steinhauser e del suo team dell’Università di Leibniz Hannover, l’incidente è avvenuto nell’impianto di ritrattamento del combustibile …

ESTATE 2019: SONO COMINCIATE LE VACANZE, MA NON PER CHERNOBYL E IL NUCLEARE

Sono preoccupanti le notizie che arrivano dal fronte del nucleare nella prima fase dell’estate 2019 (dapprima i titoli, poi le notizie dettagliate). 20/06/2019 Cina. Prevista costruzione di 30 centrali nucleari all’estero 20/06/2019 Francia. Otto saldature mettono a rischio di fallimento il piano nucleare francese 22/06/2019 Circolo Polare Artico. Anche scorie nucleari dallo scioglimento del permafrost 25/06/2019 Italia. Decommissioning nucleare: tempi …

DUBOVY LOG FRA RESISTENZA E SOPRAVVIVENZA.

Nella riserva radioattiva di Dubovy Log (provincia di Dobrush, regione di Gomel, Bielorussia) anche la solidarietà viene messa a dura prova dalla radioattività. Una radioattività che ingloba le persone, così come a Pripyat le piante avvolgono le case abbandonate; ma, anche, una radioattività che emargina e marginalizza tutto ciò che viene a suo contatto. Quel degrado sociale che nell’ultimo decennio …

Grande incendio con ri-fallout in zona di esclusione di Chernobyl.

Ecco perché la centrale solare realizzata nella zona di esclusione di Chernobyl non è nient’altro che lo specchio “green” delle vecchie centrali nucleari che le stanno di fronte:  un business dell’energia a scapito dei lavoratori e di tutti gli operatori coinvolti, periodicamente esposti alla contaminazione radioattiva dei ri-fallout causati – soprattutto nel periodo aprile/settembre –  dai ricorrenti incendi sviluppantisi nella …

LETTERA AD UN FISICO le ragioni per la chiusura dell’EkoTes

Le ragioni per la chiusura della centrale a biomasse di Ivankiv, in Ucraina, sono diverse, ma solo un approccio complessivo, che rifugga da falsi slogan o semplificazioni, può fortificarne le motivazioni. La centrale di Ivankiv non riguarda solo l’Ucraina, ma tutta l’Europa. “Mi date copia delle analisi?”. Questa la domanda postami da un fisico dopo la pubblicazione della petizione per …

Petizione per la chiusura dell’EkoTES, la nuova Chernobyl che minaccia l’Europa.

FIRMA LA PETIZIONE CONTRO LA NUOVA CHERNOBYL CHE MINACCIA TUTTA L’EUROPA PETIZIONE LANCIATA DALL’ODV “MONDO IN CAMMINO ONLUS”, ITALIA, PER LA CHIUSURA IMMEDIATA DELL’EKOTES DI IVANKIV –  Diffondi e fai firmare! [contact-form-7 id=”2321″ title=”CHIUSURA EKOTES”] Alla Commissione Europea. –   E’ in funzione dal 2014 la centrale termoelettrica a biomasse “EkoTES” nella città di Ivankiv (provincia di Ivankiv, Ucraina) di proprietà della …