NJONOKSA, LA NUOVA GUERRA FREDDA E IL RISCHIO NUCLEARE

 Vi ricordate gli avvenimenti di Njonoksa o Njonoska a seconda delle fonti?   Giovedì 8 agosto 2019 alle ore 7,59 in una base militare russa, a Njonoksa, nella regione di Arkhangelsk nel nord della Russia, sulle coste del Mar Bianco, durante un test riguardante il missile da crociera senza testata nucleare, ma dotato di un piccolo reattore nucleare, avveniva un’esplosione (scoppio del missile) con uccisione di 7 persone e diffusione di radionuclidi nell’ambiente, fino a registrare – a Severodvonsk, 50 km ad est – un aumento 20 volte superiore il fondo radioattivo.

Il missile in questione era il Burevestnick/Skyfall, un tipo di missile che le agenzie di intelligence statunitensi temono molto. Da tempo infatti le principali potenze al mondo stanno cercando di superare la tecnologia che alimenta i missili terra-aria, che in estrema sintesi funzionano ancora a combustibile, cosa che li rende lenti e prevedibili. Un missile a propulsione nucleare, invece, si muoverebbe molto più velocemente (fino a cinque volte la velocità del suono, dicono i russi), potrebbe colpire qualsiasi punto del pianeta e soprattutto renderebbe inefficaci gli attuali sistemi di difesa missilistici degli Stati Uniti e della NATO.

L’incidente di Njonoksa, per l’inquinamento provocato, è stato ritenuto il più grave in Russia dopo Chernobyl (tanto per dare un’idea, il 9 agosto – giorno successivo all’esplosione del missile – sono stati chiusi tutti i parchi pubblici di Mosca).

Ora i russi ci provano di nuovo.

immagine satellitare del sito militare di Njonoksa

Gli abitanti di Njonoksa sono stati “invitati” a lasciare il villaggio dalle ore 5,00 del 7 luglio 2020 alle ore 8,00 dell’ 8 luglio a causa di nuovi lanci missilistici, non diversamente specificati, presso il sito militare che dista 2 km. dal villaggio.  Gli abitanti (circa 500) sono stati “volontariamente” evacuati con l’ausilio di 5 autobus verso zone di sicurezza. L’evacuazione ha riguardato, con le stesse modalità, anche il villaggio di Sopca, il più vicino all’unità militar 09703 che ha in carico l’esperimento. Anche a Sopca sono stati inviati 5 autobus.

Le autorità portuali di Arkhangelsk hanno emesso un avvertimento speciale per i marinai che navigano nel Mar Bianco per il periodo dal 7 luglio al 11 luglio per un lancio di missili previsto dal 6 al 10 luglio. Il divieto di navigare copre un’area che inizia sulla costa dove si trovano Njonoksa e Severodvinsk e segue un percorso a nord-est del delta della Dvina, attraverso la baia fuori dalla foce del fiume Mezen e più a nord verso Capo Kanin dove si trova il poligono di tiro di Chizha.

Sarà mica durante la fase di preparazione al lancio del missile che si è avuto quel rilascio radioattivo rilevato verso fine giugno dalle autorità di controllo nucleare della Finlandia, Norvegia e Svezia?

Nessuna centrale nucleare (né svedese,  né finlandese , né russa) ha dichiarato fughe radioattive.  Sebbene la fonte degli isotopi rimanga un mistero, le analisi delle possibili posizioni della fonte, effettuate dalla autorità di sorveglianza nucleare olandese, ha individuato la provenienza da qualche parte in un ‘area dal Mar  Bianco, a nord.

Speriamo che dopo il due non ci sia il tre. Oltre al 2019, anche nel 2015, un test sui missili da crociera è andato male a Njonoksa. Poco dopo il lancio, il missile ha cambiato rotta, ha iniziato a girare e si è schiantato contro un edificio residenziale a tre piani a Njonoksa, in via Boronova n. 9. L’edificio aveva anche una scuola materna al piano terra. L’edificio ha preso fuoco e quattro appartamenti sono stati danneggiati, ma non sono state riportate vittime.

Oltre al lancio programmato di missili, si ritiene che i militari continueranno a pulire il fondo dell’area dai detriti pericolosi lasciati la scorsa estate.

Fonti:

https://thebarentsobserver.com/en/security/2020/07/nenoksa-village-gets-evacuation-order-ahead-missile-launch
https://www.echosevera.ru/2020/07/06/5f02d31deac91242404373f3.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *