LA LEGISLAZIONE UMANITARIA IN BELARUS

Deliberazione della Commissione doganale statale della Repubblica di Bielorussia del 27 febbraio 2004


Sulla modifica ed integrazione delle Norme sulle misure da adottare al fine di garantire il pagamento doganale nel caso di trasporto di merci sottoposte a controllo doganale.

Allo scopo del perfezionamento delle condizioni e delle procedure relative alle misure da adottare per garantire la corresponsione dei diritti doganali durante il trasporto di merci sottoposte a controllo doganale la Commissione doganale statale DELIBERA di :
1.Apportare le seguenti modifiche ed integrazioni sulle misure da adottare per garantire la corresponsione dei pagamenti doganali dovuti nel caso di trasporto di merci sottoposte a controllo doganale, ratificata da una deliberazione della Commissione doganale statale della Repubblica di Bielorussia del 26 ottobre 2000 nr. 69 “ Sulle misure da adottare per garantire la corresponsione  dei diritti doganali” (Registro Nazionale  degli atti giuridici della Repubblica di Bielorussia dell’ anno  115, /8/4377; anno 2001 106, 8 / 7447, 83, 8/8264)  ( d’ ora in avanti- Norme):

1.1   le parole nel testo “ conto di deposito o valutario” devono essere sostituite con le parole “ conto corrente (di pagamento)  nei corrispondenti numeri e casi;
1.2    Al  comma 6.7 del punto 6 redigere nel modo seguente :
6.7 Le merci importate (ad esclusione di quelle in transito) sono merci donate a titolo gratuito da organizzazioni umanitarie straniere. Per questo motivo alla dogana di provenienza delle merci deve essere presentato un documento che comprovi la registrazione dell’aiuto umanitario fornito a titolo gratuito e le specificazioni relative  a tali merci”;

1.3   In parte del primo punto nr.41 escludere la seconda preposizione;
1.4   Al punto 48 completare la parte 1.4 caratterizzata dal seguente contenuto :
“La restituzione delle somme doganali giacenti sul conto corrente a garanzia dei pagamenti doganali deve venire effettuato indipendentemente dal termine in cui essi si vengono a trovare sui conti correnti sopraindicati”

1.5   Nella nota interlineare dell’allegato 1 relativo alle Norme le parole “ deposito in rubli” vanno sostituite con “ l’attuale conto corrente”;
1.6   Al primo capoverso del paragrafo 2.14 punto 2 dell’allegato 6 relativo alle Norme si deve eliminare la parola “ bancari”.
2.I dirigenti doganali hanno il dovere di mettere tutto il personale doganale al corrente del contenuto della seguente ordinanza.
3.Il controllo sull’esecuzione della seguente ordinanza compete al vicepresidente del Comitato Statale doganale della Repubblica di Bielorussia Grinev N. T.

Presidente A.F. Spilevski

APPROVATO dal Ministro delle Finanze della Repubblica di Bielorussia N.P. Corbut, il 27.02.2004

Delibera della cancelleria del presidente della Repubblica di Bielorussia
Approvazione delle norme sulle modalità di registrazione, ricezione e utilizzo dell’aiuto fornito a titolo gratuito.

Per l’ attuazione del comma 1.2 dell’ articolo 1 e 6 del Decreto del Presidente della Repubblica di Bielorussia del 28 novembre 2003 sulla “ ricezione ed utilizzo dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito”la Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia  DELIBERA di :
confermare la validità delle Norme aggiuntive sulle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzo dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito.
Capo della cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia G.M Lavrenkov.

APPROVATO in data 30.06.2004 dal Ministro degli Affari Interni e dal Presidente del Consiglio di Amministrazione della Banca Nazionale della Repubblica di Bielorussia   B.B. Naumov e Procopovic.

APPROVATO dal Presidente del Comitato doganale di Stato della riscossione delle imposte della Repubblica di Bielorussia Ministro A.F. Spilevski, A.K. Deiko in data 30.06.2004

RATIFICATO dalla Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia in data 30.06.2004

NORME relative alle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzo dell’aiuto straniero fornito a titolo gratuito.

CAPITOLO PRIMO

CONDIZIONI GENERALI

1.   Le presenti Norme sulle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzo dell’ aiuto straniero fornito a titolo gratuito(più avanti chiamate Norme)  sono state elaborate in conformità al Decreto del Presidente della Repubblica di Bielorussia del 28 novembre 2003 “ Sulla ricezione e l’ utilizzo dell’ aiuto straniero fornito a titolo gratuito”(Registro Nazionale degli atti legali della Repubblica di Bielorussia dell’anno 2003 nr. 135, 1/5134)( in seguito chiamato Decreto).

CAPITOLO 2
MODALITÀ DI REGISTRAZIONE DELL’ AIUTO STRANIERO FORNITO A TITOLO GRATUITO

2.L’aiuto straniero fornito a titolo gratuito, nel cui ambito sono inclusi i prestiti senza la corresponsione di interessi, forniti ad organizzazioni e persone fisiche della Repubblica di Bielorussia da parte di Stati esteri, organizzazioni internazionali, organizzazioni e cittadini stranieri, persone prive di cittadinanza, deve esser registrato presso il Dipartimento per le attività umanitarie della Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia (d’ora in avanti Dipartimento) in base alla dichiarazione rilasciate dai destinatari.
3.Per la registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito è necessario presentare i seguenti documenti:

Dichiarazione in conformità alle modalità stabilite in conformità all’allegato 1;
Una copia della specifica relativa all’aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci
( beni) con l’indicazione della loro denominazione, quantità e valore nella lingua del mittente, cui deve essere giustapposta una traduzione in doppia copia per ogni documento, che comprovi l’ introduzione in Bielorussia di aiuti sotto forma di versamenti in denaro, con l’indicazione della percentuale in valuta straniera sul totale della somma versata presso il conto destinato alla beneficenza della Banca di Bielorussia, ;
Un piano relativo all’utilizzo finalizzato dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito in due esemplari secondo le modalità stabilite nell’allegato 2.;
Copia del contratto, concluso in forma scritta, oppure atto di donazione che stabilisca le condizioni e gli scopi previsti per l’utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito (devono essere presentati i documenti sunnominati);
Copia della certificazione dell’avvenuta registrazione statale dell’organizzazione o copia del passaporto della persona fisica;
Nel caso di importazione nella Repubblica di Bielorussia in qualità di aiuti forniti a titolo gratuito di prodotti alimentari o medicinali è necessario presentare una documentazione che attesti le date di scadenza dei suddetti prodotti;
Altri documenti che possono essere richiesti dal Dipartimento al fine di stabilire in base a quali parametri è possibile esonerare l’aiuto umanitario per quanto riguarda le spese per le formalità doganali, i dazi, le imposte sul valore aggiunto, le accise, l’imposta sull’utile e la soprattassa sulle persone fisiche o sui fini relativi all’utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito.
Copie dei documenti, presentate al Dipartimento, autenticate dal direttore dell’organizzazione e fornite del timbro della stessa senza che sia necessaria l’autenticazione di un notaio.
4.In casi molto limitati il ricevente è in pieno diritto di rivolgersi al Dipartimento con la preghiera di registrare l’aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci fino all’arrivo nella Repubblica di Bielorussia dell’aiuto indicato, a condizione della conformità della specifica rispetto alla consegna prevista.
5.La dichiarazione ed i documenti forniti, compilati in conformità con i requisiti delle presenti Norme, vengono redatti dal Dipartimento e trasmessi alla Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia per un’ulteriore approvazione da parte del Presidente della Repubblica di Bielorussia a proposito dell’ esenzione dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito per quanto riguarda le spese relative alle formalità doganali, i dazi, le imposte sul valore aggiunto, le accise, le imposte sull’ utile e la soprattassa sulle persone fisiche.
6. Il Dipartimento entro cinque giorni lavorativi dal giorno della registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito, esentato dalla Cancelleria del Presidente della Bielorussia, in accordo con lo stesso Presidente, dalle spese dovute per l’espletamento delle formalità doganali, i dazi, le imposte sul valore aggiunto, le accise, le imposte sull’utile e la soprattassa sulle persone fisiche, informerà debitamente dell’avvenuta esenzione i competenti organi statali.
7. Il documento, attestante la registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito è la certificazione rilasciata dal Dipartimento in conformità alle modalità stabilite in allegato 3.
Nel caso di registrazione di somme di denaro nella certificazione relativa alla registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito deve essere indicata la somma totale, nel caso di registrazione relativa a merci- il valore complessivo.
8. Il Dipartimento compila e gestisce un registro delle certificazioni rilasciate relativamente alla registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito. La certificazione relativa alla registrazione dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito viene rilasciata a :

Al Direttore dell’organizzazione-dietro presentazione della certificazione del direttore dell’organizzazione commerciale o non commerciale;
Al dirigente dell’organizzazione autorizzato a firmare atti con valore legale- dietro presentazione del passaporto e della delega;
A persona fisica- dietro presentazione del passaporto od altro documento che attesti l’identità personale.
9.Coloro che ricevono l’aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di denaro contante hanno l’obbligo entro un mese di tempo dal giorno in cui è stata consegnata loro la certificazione di presentare al Dipartimento un rendiconto sull’utilizzo( distribuzione) dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito secondo le modalità previste in allegato 4.
10. Per l’utilizzazione dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di denaro contante il beneficiario ha l’obbligo di presentare alla banca copia della certificazione relativa alla registrazione dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito ed il piano dell’ utilizzo finalizzato(distribuzione) dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito, in conformità con le modalità stabilite con il Dipartimento.

Capitolo 3

Modalità di ricezione ed utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito

11. Il Dipartimento costituisce ed invia al Comitato Statale doganale della Repubblica di Bielorussia le liste dei beneficiari dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito.
12. Nel caso di ricezione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito che consista di merci deve essere costituita su disposizione del dirigente dell’organizzazione- del beneficiario, un’apposita commissione al fine della sua ricezione, della sua valutazione economica e della sua successiva distribuzione.
All’atto della ricezione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci,( di beni) la persona fisica incaricata della sua distribuzione non ha l’obbligo di istituire un’apposita commissione.
13.L’ attività della commissione nella ricezione, valutazione economica e distribuzione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci (in seguito commissione) viene attuata in conformità con quanto stabilito riguardo allo status della commissione, approvato dal dirigente dell’ organizzazione- del beneficiario.
I componenti della commissione sono composti dal dirigente dell’organizzazione (od il suo rappresentante), il contabile, la persona che ne è responsabile economicamente, altri rappresentanti dell’organizzazione ricevente o facenti parte dell’opinione pubblica nazionale.
14.I dirigenti dell’organizzazione beneficiaria sono personalmente responsabili per quanto riguarda l’integrità e la registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci ( di beni) giunto nella Repubblica di Bielorussia.
15. La persona fisica (in caso di ricezione dell’aiuto straniero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci [beni] la persona fisica che se ne deve occupare in vista della loro distribuzione) o la commissione a ciò preposta entro un periodo di sette giorni lavorativi dal momento della ricezione del carico al momento della compilazione delle formalità doganali si incarica dell’apertura del carico, della ricezione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci [di beni] mediante la stesura di un atto che attesti la ricezione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito in conformità a quanto stabilito in allegato 5, operazioni che devono essere compiute alla presenza del rappresentante del locale organo esecutivo e distributivo.
L’atto che attesta la ricezione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito deve essere redatto in 4 esemplari di cui il primo ed il secondo-rimangono al ricevente, il terzo deve essere trasmesso al locale organo esecutivo e distributivo, il quarto esemplare, insieme alla relativa documentazione di accompagnamento deve essere trasmessa all’organo doganale di competenza.

Seconda parte

16. Divergenze quantitative e qualitative rispetto alle quantità merceologiche date, devono essere registrate all’atto della ricezione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito. Nel caso in cui nella documentazione di accompagnamento dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito non sia indicato il valore o che si evidenzi una discrepanza rispetto al valore indicato nella documentazione, la commissione (nel caso che a ricevere l’aiuto sia una persona fisica- il beneficiario-) dovrà stimarne il valore sulla base del valore di merci di analoga fattura di produzione nazionale od estera, tenendo in considerazione il grado di deterioramento della merce stessa.
17. Nel caso in cui si verifichino delle discrepanze relative ai dati fattuali contenuti nella documentazione di accompagnamento, il beneficiario ha l’obbligo,  prima della consegna della dichiarazione, di consegnare all’organo doganale competente il documento attestante la ricezione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito e la lettera ricevuta dal mittente in cui vengano chiariti motivi della mancata corrispondenza tra i dati.
18. L’ aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci ( beni) deve essere registrato da parte dell’organizzazione mediante un atto che attesti la ricezione dell’aiuto straniero fornito a titolo gratuito.
19. Il permesso concesso dagli organi doganali relativo all’utilizzo delle merci in base alle modalità previste ed il certificato che attesta la ricezione delle merci fornite a titolo gratuito da parte dell’aiuto estero costituiscono la base per la registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci destinate ad essere registrate a favore dell’organizzazione/ del beneficiario delle stesse.
20. La ricezione e la registrazione dell’aiuto estero gratuito avviene in base alla Legge bielorussa del 18 ottobre 1994 “Della contabilità e del rendiconto” (Notizie del consiglio Supremo di Bielorussia, nr. 34, p. 566; Registro Nazionale degli atti legali della Repubblica di Bielorussia, 2001, nr.63, 2/785).
21. La concessione della licenza allo scopo di distribuire l’aiuto estero fornito a titolo gratuito alle organizzazioni avviene sulla base delle bollette di accompagnamento delle merci ed altra documentazione primaria in conformità alla legislazione in vigore nella Repubblica di Bielorussia, in base alla documentazione attestante la ricezione ed il trasferimento della merce, ma da parte di persone fisiche- in base a distinte (in conformità a quanto prescritto dall’allegato 6). In base a queste modalità di esercizio, il sistema di contabilità deve essere il grado di consentire un’efficace controllo della ricezione, della distribuzione mirata e dell’utilizzo finale dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito.
22.Il piano di utilizzo( distribuzione) finalizzato dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito concordato con il Dipartimento, riflette il fine dell’ utilizzo dell’ aiuto straniero fornito a titolo gratuito, secondo quanto prescritto dalla legislazione vigente della Repubblica di Bielorussia, o il fine stabilito dalla Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia  in accordo con il Presidente della Repubblica di Bielorussia, e l’ elenco delle organizzazioni o delle persone fisiche ( della loro categoria) che provvedono a realizzarlo.
23. In caso si presenti la necessità di apportare delle modifiche al piano di utilizzo( distribuzione) finalizzato dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito, in accordo con il Dipartimento, il beneficiario ha diritto di rivolgersi, per la coordinazione del piano di redistribuzione dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito in conformità agli scopi previsti dalla legislazione della Repubblica di Bielorussia, o in favore del beneficiario dato. La procedura di cui sopra, trova applicazione soltanto nel caso di aiuto estero fornito a titolo gratuito che gode di esenzione dalle imposte doganali dovute per l’espletamento delle formalità doganali, dai dazi, dalle imposte sul valore aggiunto, dalle accise, dalla tassa sull’utile, e dalla soprattassa sulle persone fisiche.
24.L’ aiuto estero fornito a titolo gratuito esentato dalle imposte doganali per l’espletamento delle formalità doganali, i dazi, le imposte sull’  I.V.A., le accise, le imposte sull’ utile, e le soprattasse sulle persone fisiche, deve essere distribuito entro sei mesi dall’ espletamento delle formalità doganali in regime di libera circolazione doganale. Una volta trascorso il termine sopra indicato, nel caso in cui si verifichi l’ impossibilità di un suo utilizzo in conformità ad un suo specifico impiego previsto nel piano di utilizzo( distribuzione) mirato dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito come concordato con il Dipartimento, esso deve venire ridistribuito.
25. All’atto della ricezione di prodotti alimentari la cui data di scadenza sia ormai scaduta, dotati perciò di scadenti qualità organolettiche, ma anche nel caso in cui giungano merci non idonee all’ utilizzo, la commissione dell’ organizzazione- del beneficiario dovranno compilare una documentazione di inidoneità delle merci ricevute alla presenza del rappresentante dell’ organo esecutivo e distributivo e doganale locale nella forma prescritta dall’ allegato 7, in vista del suo collocamento in un regime doganale che ne preveda la distruzione o il rifiuto delle merci ricevute a vantaggio dello Stato affinché li trasmetta a sua volta a coloro che ne facciano domanda e che intendano a loro volta riutilizzarli od utilizzarli. Nel caso in cui vengano distribuiti prodotti alimentari con data di scadenza non più valida, ma anche merci non idonee all’utilizzo, i dirigenti dell’organizzazione/ del beneficiario responsabili ne dovranno rispondere in base alla legislazione vigente nella Repubblica di Bielorussia.

Capitolo 4

Disposizioni finali

26.In caso di violazione delle presenti Norme i beneficiari dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito ne portano la responsabilità in conformità a quanto previsto dall’articolo 5 del Decreto.
27. Il controllo sull’utilizzo finalizzato dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito avviene in conformità a quanto stabilito dai requisiti del Decreto del Presidente della Repubblica di Bielorussia del 28/11/2003 nr. 537 “ Sulla entrata in vigore delle Norme che stabiliscono le modalità di effettuazione delle verifiche sull’utilizzo mirato dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito” (Registro Nazionale degli atti legali della Repubblica di Bielorussia dell’ anno 2003, nr.135., 1/5135.

Allegato 1 relativo alle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito.

Dipartimento per le attività umanitarie della Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia.

Dichiarazione

________________________________________________________________________________
(nome dell’ organizzazione o cognome, nome, patronimico ________________________________________________________________________________
della persona fisica ( dati del passaporto)

chiede di registrare in qualità di aiuto estero fornito a titolo gratuito le merci ricevute (beni) le somme in denaro e presentare all’ esame della Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia la loro esenzione dalle imposte doganali dovute per l’ espletamento delle formalità doganali, i dazi, l’ imposta sul valore aggiunto, le accise, l’ imposta sull’ utile, la soprattassa sulle persone fisiche, offerte da

________________________________________________________________________________
( nome dello Stato estero, dell’organizzazione internazionale, o straniera)
______________________________________________________________________________
od il cognome, nome del cittadino straniero ( cittadino apolide) o del donatore anonimo dell’ aiuto
estero fornito a titolo gratuito).
nella misura di _________________________________________________________________
( valore del carico o somma in denaro) (Tipo di valuta)
______________________________________________________________
( in conformità alla documentazione di accompagnamento? data)
allo scopo ____________________________________________
( indicare lo scopo per cui si intende utilizzare l’aiuto estero fornito a titolo gratuito in conformità
_______________________________________________________________________________
alla legislazione vigente della Repubblica di Bielorussia)
Allegato:
1.Specifica relativa all’ aiuto estero fornito a titolo gratuito in forma di merci( beni) con l’ indicazione del nome, quantità e valore o la documentazione attestante la registrazione ( introduzione) dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito in forma di denaro, in quale quantità di valuta straniera, sul conto destinato alle operazioni umanitarie della Repubblica di Bielorussia.
2. Il piano che ne descriva l’ utilizzo mirato(distribuzione) in due copie.
3.Copia del contratto, in forma scritta, od una lettera di donazione che indichi le condizioni ed i fini previsti per l’utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito (presentando la documentazione testé nominata).
4. Copia del certificato di registrazione dell’organizzazione o copia del passaporto.
5. In caso di importazione nella Repubblica di Bielorussia di aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di prodotti alimentari o medicinali- un foglio informativo sulle date di scadenza dei prodotti alimentari e dei medicinali.
6.Altri documenti previsti dalla legislazione vigente in Bielorussia.
_____________________________________________________

( carica ricoperta all’ interno dell’ organizzazione) (firma) ( firma per esteso)

Nota. La dichiarazione deve essere presentata su carta intestata dell’organizzazione; in caso in cui ciò non avvenga è necessario indicare i requisiti dell’organizzazione: indirizzo dell’ organizzazione, numero di telefono.

Allegato 2 relativo alle Norme relative alle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito.

APPROVATO

Dipartimento per le attività umanitarie della Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia

___________________________________________________________
( Firma della persona che ricopre la carica all’interno dell’organizzazione)
___________________________________________________________
(Data)

Piano di utilizzo mirato ( distribuzione) dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito, giunta presso l’ indirizzo      _______________________

( nome dello Stato straniero ( organizzazione internazionale, organizzazione estera) o cognome,
_____________________________________________________________________________
nome del cittadino straniero ( cittadino apolide) o donatore anonimo che ha effettuato la donazione )

Tipo di organizzazione straniera( persona fisica? Gratuito: scopo previsto dell’ utilizzo: persona fisica responsabile) con i seguenti mezzi destinati all’ aiuto umanitario( merci; in conformità a quanto previsto: i

CERTIFICATO di registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito?  _______________(1)

UNP e nome dell’organizzazione o ______________________________________________
Cognome, nome, patronimico della persona fisica ___________________________________
Indirizzo dell’organizzazione che fornisce aiuto umanitario a titolo gratuito________________
(Mezzi economici o merci (beni)
Tipi di imposte e relativi pagamenti doganali,________________________________________
Dai quali viene esentato l’ aiuto estero fornito a titolo gratuito (2)_________________________
Quantità dei carichi in entrata__________________________
( depositi)__________________________________________
Valore delle merci ( beni), 1. __________________________________________________
Misura del deposito bancario : (prezzo) ( tipo di valuta)
2.   ____________________________________________
( prezzo) ( tipo di valuta)

Elenco dei documenti presentati: 1 Piano di distribuzione ( contratto).
2.Specifica relativa alle merci (beni). 3.Documentazione, che attesti l’ introduzione( l’ arrivo) dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di aiuti in denaro, e in quale percentuale di valuta straniera, sul conto dedicato alla beneficenza della banca della Repubblica di Bielorussia.

Quantità indicata su  _________________________________________________________ elenchi

(codice segreto) ( modello calligrafico)

(Data)

Direttore
( Vicedirettore)
del Dipartimento __________________________________________________________________
( firma) ( firma per esteso della persona responsabile)

(1)   Deve essere redatto su carta intestata del Dipartimento delle Attività Umanitarie della Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia.
(2)   Deve presentarsi contestualmente a tale esenzione

Allegato 4

Sulle Norme relative alle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito.

Dipartimento oper le attività umanitarie della Cancelleria del Presidente della Repubblica di Bielorussia

RESOCONTO
Sull’utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito, ricevuto sotto forma di denaro

(nome dell’ organizzazione(UPN) o cognome, nome, patronimico della persona fisica- del beneficiario ( dati del passaporto)

rende noto che —

Terza parte

L’aiuto estero fornito a titolo gratuito____________________________________-

Certificato relativo alla registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito? _____ da  “__” _________ dell’ anno 200_ ricevuto  sotto forma di denaro contante “___”  __________ nell’ anno ___200_ nella misura di ___________________________________________
Tipo di valuta ________________ depositata  sul conto bancario “____”  ________  dell’ anno 200_0 ed il relativo utilizzo (distribuzione) per i seguenti scopi :______________________________________________________________________________
( fine cui è destinato l’utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito, nome dell’ organizzazione.
_________________________________________________________
cognome, nome, patronimico della persona fisica, responsabile della realizzazione del fine relativo all’ utilizzo ed alla distribuzione degli aiuti umanitari)
________________________________________________________________________________
( carica ricoperta all’ interno dell’ organizzazione) ( firma) (firma per esteso leggibile)

M.P.

Nota.  L’organizzazione deve presentare il rendiconto su carta intestata; nel caso in cui esso non venga presentato, è necessario indicare i requisiti dell’organizzazione: l’indirizzo della stessa, numero di telefono; i responsabili devono compilare personalmente il modulo indicato.

Allegato 5
Relativo alle Norme sulle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito.

RATIFICATO

Direttore dell’organizzazione

Firma

data
ATTO attestante la ricezione di aiuto estero fornito a titolo gratuito

“ ___” ____________ anno 200_

Nome dell’organizzazione-  del beneficiario______________________________________

UPN _________________________________________________________data di arrivo del carico___________________________________________________________

In conformità con le Norme sulle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzo dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito da “ “____”  _______ anno 200_
?____________________ la commissione, creata con ordine del direttore da “___”  _________ dell’ anno?    ______________  nell’ ambito dell’ organico:

1._________________________________________
(Carica, cognome, nome, patronimico dei membri della commissione)

2.________________________________________________________

3.________________________________________________________
alla presenza di rappresentati autorizzati alla firma dell’ organo locale esecutivo e distributivo______________________
( carica ricoperta all’interno dell’organizzazione, cognome, nome, patronimico) ha preso possesso dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito sotto forma di merci (beni), offerti_____________________________________________
( nome dell’ organizzazione di beneficenza, paese, città)________________________________

Certificato relativo alla registrazione dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito?_______________ da “_______” ____________ dell’ anno 200-
Peso __________________________________________ kg, valore ______________________  ______________ (peso del carico) ( valore del carico)

: ———: ———–: _—————: ——————: —————– : ————————:
: ? : Nome : Quantità:  Prezzo : generale: : p/p::  della merce: per unità: valore

:—:—————-:————–:————–:—————:
:—:—————-:————–:————–:—————:
:—:—————-:————–:————–:—————:

: in totale : : : .

:—:—————-:————–:————–:—————:

Presidente della commissione __________________________________________________
( firma) ( firma per esteso leggibile)

Membri della commissione: _______________________________  ________________________
( firma) (firma per esteso leggibile)

___________________________  ____________________________________________

____________________________________ ____________________________________

In conformità all’atto di accettazione e presa in consegna del carico.
Persona responsabile della gestione economica dell’ organizzazione  _______________   _______________________
( firma) ( firma per esteso leggibile)

Allegato 6
Relativo alle Norme sulle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito.

ELENCO delle distribuzioni effettuate dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito ricevute da ______________
( nome dell’ organizzazione, paese )
in conformità alla certificazione relativa alla registrazione dell’ aiuto estero fornito a titolo gratuito? ___________________________________  da“____”  _________________________ dell’ anno 200_.

:—:—————-:————–:————–:—————:

:: cognome, nome, : : : : :  :
: : patronimico : : Passaporto : Tipologia : : :
:: della persona fisica ; altri; estero- : : :
😕  : persone, : indirizzo: documentazione; est. ; quantità -: firma
necessitanti: del beneficiario: certif.- attest. Ricez. Aiuto est. Fornito a tit. gratuito:
:: telefono est.) : ……..: …….
: : a titolo gratuito :: persona): aiuto :::
:: aiuto  : : : : : : : : : :

:—:—————-:————–:————–:—————:
: 1 : 2 : 3 : 4 : 5 : 6 :7

:—:—————-:————–:————–:—————:

( firma della persona che ha compilato l’ elenco) ( firma per esteso leggibile)

Allegato 7

Relativo alle Norme sulle modalità di registrazione, ricezione ed utilizzo dell’aiuto estero fornito a titolo gratuito.

APPROVATO

Dirigente dell’organizzazione
________________________
( firma)
_____________________________________________________________________________( data)

ATTO
Di certificazione di aiuto estero non  idoneo all’ utilizzo
“_”  ______________ dell’ anno 200_

Commissione nel seguente organico:

1._________________________________
2._________________________________
3._________________________________
alla presenza del rappresentante____________________________________
(nome dell’organo esecutivo e distributivo, cognome, nome, patronimico del rappresentante)____
della persona responsabile della gestione economica____________________________________
( cognome, nome, patronimico, carica ricoperta nell’ambito dell’organizzazione)
ha effettuato una ispezione della merce,  disponendone la distruzione a causa del suo stato avariato, della sua non idoneità ad ulteriore consumo)
Il controllo ha evidenziato i seguenti risultati:

:—:—————-:————–:————–:—————:

😕 Nome:Unità:Quantità: prezzo per unità: valore totale: p/p : della merci percentuale di merce utilizzabile rubl) : (rub.):
:::

:—:—————-:————–:————–:—————:
:—:—————-:————–:————–:—————:
:—:—————-:————–:————–:—————:

In totale :::::

:—:—————-:————–:————–:—————:

Caratteristiche dei vizi evidenziatisi durante l’ispezione effettuata della merce____________________________________

Conclusioni della commissione

Cause dello stato di deterioramento della merce
Utilizzo della merce ancora fruibile________________________________

Membro della commissione dell’organo esecutivo e distributivo:
__________________________________________________________________________
( carica ricoperta ) (firma) ( firma per esteso leggibile)

_______________________    __________________________       ___________________

_______________________    ___________________________     ____________________

Rappresentante dell’organo esecutivo e distributivo

_____________________________________________    ___________________

(carica ricoperta ) (firma) ( firma leggibile per esteso)

Condividi sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *