Autore Topic: 29/07/10 La Germania sta ancora pagando per il fallout di Chernobyl  (Letto 3155 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Administrator

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.531
    • Mostra profilo
    • MONDO in CAMMINO
    • E-mail
La Germania sta ancora pagando per il fallout di Chernobyl
Traduzione di ProgettoHumus da http://www.thelocal.de

Secondo un rapporto pubblicato nella giornata di oggi, più di 24 anni dopo l’esplosione nucleare di Chernobyl in Ucraina, il governo tedesco continua a spendere ingenti somme per il danno ambientale causato.

Il quotidiano Hamburger Abendblatt, segnala che Berlino ha speso circa 238 Milioni di Euro per attenuare le conseguenze del disastro alla centrale nucleare del 26 aprile 1986.

Citando alcune risposte ad un’inchiesta parlamentare del partito dei Verdi, il giornale ha detto che solo per il settore venatorio, lo scorso anno sono stati spesi 424.650 Euro per danni causati ai cacciatori per la selvaggina che presentava alti livelli di radioattività da esposizione. Questi, nel 2007 ammontavano a 104.000 Euro e nel 1998 erano di soli 10.000 marchi, dice il giornale.

Il Ministero dell’Ambiente ha comunicato che in relazione al numero di test effettuati, nel corso degli anni è aumentato sensibilmente il numero di animali selvatici contaminati da cesio radioattivo.
In Germania la legge vieta di vendere prodotti alimentari che contengono più di 600 Becquerel per chilogrammo di cesio.
Sempre secondo il ministero, la maggior parte dei danni causati dal fallout di Chernobyl si riscontrano nella Germania meridionale. Lì, funghi e selvaggina continuano a registrare elevati livelli di sostanze radiottive rispetto ai prodotti della produzione agricola.