SEGUICI SU...

 

Chernobyl e Dintorni: I Numeri

"CERNOBYL E’ UNA PAROLA CHE VORREMMO CANCELLARE DALLA NOSTRA MEMORIA, MA QUESTO SOGNO CI E’ PRECLUSO"
Kofi Annan, segretario generale O.N.U.

Data incidente: 26.04.1986 (esplosione del quarto reattore)

Conseguenza dell’esplosione:
Proiezione all’esterno di 35 tonnellate di combustibile nucleare
La colonna degli elementi radioattivi dispersi si è alzata a due chilometri d’altezza e si è dispersa per un raggio di 1.200 Km
Livello di radiazioni pari a 20 milioni di curie equivalente ad un miliardo di Giga Beckerel (200 volte superiore a Hiroshima e Nagasaki

Area contaminata: 155.000 kmq (un’area grande due volte l’Irlanda fra Bielorussia, Russia, Ucraina).

Paese più coinvolto: Bielorussia (70% di ricaduta radioattiva; 23% del territorio contaminato, fra cui il 20% del territorio boschivo e 3.000 kmq di terreno agricolo; danno economico valutato in 200 miliardi di $ USA)

Persone coinvolte: 10.000.000

Persone evacuate definitivamente: 400.000 (l’area compresa in un raggio di 30 Km dalla centrale, grande come l’Olanda, è completamente evacuata ed inabitabile):
Liquidatori
(addetti al controllo degli effetti dell’esplosione) impegnati: 800.000 (10.000 morti, 400.000 affetti da patologia tumorale)
Vittime
(dirette ed indirette) dell’incidente: 3,2 milioni (di cui un terzo bambini)
Persone
decedute a tutt’oggi a causa dell’incidente: 200.000

Durata degli effetti dell’esplosione: centinaia di anni a causa dell’azione del Cesio, dello Stronzio, del Plutonio (il Plutonio ha un’emivita di 14.000 anni; il ritorno all’originaria situazione dei terreni contaminati dal Cesio 137 è prevista fra 300 anni)

Elementi radioattivi presenti nel reattore 4 di Chernobyl al momento dell’esplosione e loro dispersione nell’ambiente

Radionuclide Sigla Radioattività totale nel reattore in Bq (10alla15) Dispersione nell'ambiente Periodo di dimezzamento
Baium-140 140Ba 2.900,0 15% 12,7 giorni
Cerrium-141 141Ce 4.400,0 6% 32,5 giorni
Cerrium-144 144Ce 3.920,0 8% 284 giorni
Cesium-134 134Cs 153,0 25% 2,06 anni
Cesium-137 137Cs 260,0 30% 30 anni
Curium-242 242 Cm 31,0 8% 162,8 giorni
Iodine-131 131I 1.300,0 50% 8,05 giorni
Kripton-85 85Kr 33,3 100% 10,72 ore
Molibden-99 99Mo 4.800,0 5% 2,75 giorni
Neptunium-239 239Np 58.070,0 8% 2,35 giorni
Plutonium-238 238Pu 0,9 8% 87,74 giorni
Plutonium-239 239Pu 0,9 8% 24.390 anni
Plutonium-240 240Pu 1,5 8% 6.537 anni
Plutonium-241 241Pu 183,5 8% 14,4 anni
Ruthenium-103 103Ru 1960,0 8% 39,3 giorni
Ruthenium-106 106Ru 860,0 8% 368 giorni
Strontium-89 89Sr 2.000,0 10% 50,5 giorni
Strontium-90 90Sr 228,0 10% 29,12 anni
Tellurium-132 132Te 540,0 35% 3,26 giorni
Xenon-133 133Xe 1.700,0 100% 5,25 giorni
Zirconium-95 95Zr 4.400,0 8% 64 giorni
Bq = unità di misura della radioattività nell’aria, che corrisponde ad una disintegrazione al secondo tps (Transmutations per second). Rappresenta in pratica il numero di disintegrazioni nucleari per ogni secondo per ogni metro cubo di aria. L'unita' di misura del danno biologico e' invece il Sievert, che dipende dall'energia dissipata e dalla densità energetica.

AREE CONTAMINATE NELLE NAZIONI EUROPEE DA CESIO 137

LA SITUAZIONE IN BIELORUSSIA(10.000.000 di abitanti)

SITUAZIONE SANITARIA:
11.000 casi di cancro
tiroideo nei bambini
aumento esponenziale delle patologie da immunodeficienza
cancro ai polmoni passato da 6 a 7,5 casi su 100.000 persone
tumore alla vescica da 5,5 a 19,7 casi su 100.000 persone
tumore ai reni aumentato di 2,5 volte
in 7 anni passaggio delle leucemie da 9,34 a 11,52 casi su 100.000 bambini
mortalità prossima al 14 per mille
2.500 nascite annuali con anormalità genetiche (3% dei nati)
500 aborti non spontanei per presenza anomalie
picco delle conseguenze genetiche previsto, dagli esperti dell’ONU, fra il 2006 ed il 2010 quando coloro che erano bambini all’epoca dell’incidente cominceranno a procreare

SITUAZIONE SOCIALE:
tasso di povertà infantile aumentato del 150% rispetto ai tassi globali di povertà
stipendio medio mensile: 50/70 $ USA
aumento dell’alcolismo e dei casi di Aids (legati alla tossicodipendenza)
aumento delle patologie della povertà (tubercolosi e difterite)

LO STATO ATTUALE DELLE COSE:
15.12.00: chiusura definitiva dell’ultimo reattore funzionante
presenza di 1.000 mq di crepe sul sarcofago che ricopre il reattore esploso. Da esse fuoriescono costantemente polveri e materiale radioattivi
il sarcofago di contenimento è stato costruito utilizzando, oltre le parti rimanenti del reattore esploso, 300.000 tonnellate di cemento e 1.000 tonnellate di strutture metalliche
il peso sulle fondamenta del reattore esploso è aumentato di 10 volte (dalle 20 alle 200 ton/mq): il reattore è sprofondato di 4 metri
lo sprofondamento del reattore ha messo in contatto il materiale radioattivo con le falde acquifere tributarie dei fiumi Pripiat e Dniepr che convogliano le loro acque nel Mar Nero e che fungono da bacino idrico per 30 milioni di persone (ad aggravare la situazione vi è la presenza di 800 siti di smaltimento di scorie radioattive, allestiti in emergenza subito dopo l’esplosione)
all’interno del sarcofago sono presenti: 180 tonnellate di combustibile e pulviscolo radioattivi, 11.000 metri cubi e 740.000 metri cubi di macerie altamente contaminati. La radioattività totale supera i 20 milioni di curie
la centrale è costruita su terreno sismico
il rischio di esplosione è elevato

:. INDICE - CHERNOBYL E DINTORNI