Chernobyl, il tributo del ProgettoHumus

“26 APRILE”: MOSTRA DEDICATA AI PROBLEMI DERIVATI DALLA CATASTROFE DI CHERNOBYL IN BIELORUSSIA

PREFAZIONE
La mostra, realizzata nel 2003 da Komchernobyl (Commissione di Chernobyl presso la Presidenza della Repubblica) unitamente all’Accademia bielorussa degli artisti, è stata pensata appositamente per l’esposizione in paesi stranieri. Per il prestigio e per la concezione della rappresentazione (arte e Chernobyl, la vita oltre Chernobyl), ha avuto il riconoscimento ed il patrocinio dell’Onu, United Nation Development Program.
La mostra è approdata in Italia (seguita da un’ampia risonanza dell’evento in Bielorussia) grazie all’iniziativa e all’impegno del Progetto Humus di “Mondo in cammino”.

INTRODUZIONE
26 aprile…una data che è passata alla storia….una data piena di tragicità, imbarazzante, disperata….Il giorno della catastrofe di Chernobyl. Cosa è successo nella repubblica bielorussa, stato europeo grande due volte l’Austria e senza una centrale nucleare? In questo stato sono state colpite 2,5 milioni di persone ed è stato contaminato il 23% del territorio.

Sono passati quasi 20 anni, ma la Bielorussia è costretta, come prima, a superare le conseguenze della catastrofe di Chernobyl, difendendo la popolazione dall’influenza negativa della radioattività. Per questo scopo è stato speso e continua ad essere speso ogni anno il 10% del bilancio annuale. Negli ultimi anni per risolvere i problemi del dopo Chernobyl sono stati spesi più di 13 miliardi di dollari USA.

E’ stato fatto tutto per diminuire la sofferenza della popolazione? Quale sarà il futuro di questi territori, che sempre di più sono depressi? Quale strategia per la loro crescita in una prospettiva di lunga durata?
Per queste e per molte altre domande si dovrà ancora a lungo cercare risposte.
La catastrofe continua….umanitaria, ecologica, mondiale.
La mostra che viene proposta non racconta solo della tragicità e delle conseguenze collegate alla catastrofe, ma anche della bellezza della natura bielorussa, dell’amore per la vita dei bielorussi, del talento del popolo bielorusso.
Tutto ciò può essere compreso attraverso i quadri dei maggiori artisti bielorussi che raffigurano il prima, il durante, il dopo Chernobyl e attraverso i disegni dei bambini; altri documenti fotografici testimoniano la reale quotidianità della popolazione che continua a vivere nei territori contaminati.

[CLICCA QUI PER PRENOTARE LA MOSTRA “26 APRILE”]


pdf-560Kb.

SCARICA LA SCHEDA TECNICA DELLA MOSTRA “26 APRILE”

Un click sulle immagini per poterle ingrandire

 

 

LE DATE DELLA MOSTRA IN ITALIA:
– 26 marzo / 10 aprile 2004: TORINO
– 14 aprile / 26 aprile 2004: VICENZA
– 03 maggio / 09 maggio 2004: ANCONA
– 10 maggio/16 maggio 2004: CASTRONNO
– 21 maggio/30 maggio 2004: SAN MARTINO IN RIO
– 01 giugno / 07 giugno 2004: PIOLTELLO
– 20 giugno / 27 giugno 2004: MONOPOLI
– 12 luglio / 31 luglio 2004: SAN VITO DEL CADORE
– 19 settembre / 26 settembre 2004: CORNUDA
– 01 ottobre / 08 ottobre 2004: CAMERI
– 10 ottobre / 17 ottobre 2004: CORREGGIO
– 19 ottobre / 30 ottobre 2004: ROMA
– 01 novembre / 13 novembre 2004: GROSSETO
– 14 novembre / 21 novembre 2004: PINEROLO
– 29 novembre / 12 dicembre 2004: MESTRINO
– 13 dicembre / 25 dicembre 2004: FAENZA
– 21 aprile / 28 aprile 2005: VILLATA
– 01 maggio / 08 maggio 2005: GENOVA
– 11 settembre / 18 settembre 2005: FONTANELLATO
– 25 aprile / 01 maggio 2006: VERCELLI
– 25 settembre 2006: MORENGO
– 02 ottobre 2006: CARAVAGGIO

[CLICCA QUI PER PRENOTARE LA MOSTRA “26 APRILE”]

:. INDICE – CHERNOBYL, IL TRIBUTO DEL PROGETTOHUMUS